Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visita la nostra pagina sulla privacy

Spaziatura a 8.33 kHz di VHF/COM

REGOLAMENTO n.1079/2012 _ SOTTO Flight Level 195 Entrata in vigore

Aeromobili Civili / ULM

Ogni equipaggiamento radio di bordo deve essere dotato di capacità di
spaziatura dei canali a 8,33 kHzSi segnala che la cosidetta fase finale entra in vigore il 31 dicembre 2017.

Sull'argomento, anche a seguito di chiarimenti ricevuti da EASA, è inoltre disponibile anche il seguente documento di Frequently Asked Questions (FAQ), che contiene ulteriori approfondimenti, strutturati in forma di domanda-risposta.

 

Aggiornamento al 27 dicembre 2017 - Si informa che, visti gli effettivi programmi di implementazione delle nuove frequenze da parte di ENAV ed i contatti intercorsi recentemente con AOPA e alcuni operatori, si è chiesto alla Commissione Europea uno spostamento in avanti dell'entrata in vigore della fase finale in Italia dal 1° gennaio 2018 al 1° luglio 2018.

Un operatore non può operare un aeromobile nello spazio aereo dove è
richiesta la presenza a bordo di apparati radio a meno che l’aeromobile
stesso sia dotato di apparati radio capaci di canalizzazione ad 8,33 kHz.
Stazioni di Terra
Tutte le frequenze radio VHF assegnate devono essere convertite alla
spaziatura di 8,33 kHz (non applicabile alle frequenze specificate nel
paragrafo 3 della presente NI)
31 dic 2018

Il Regolamento (EU) n.1079/2012 del 16 novembre 2012 ha introdotto nuovi requisiti che richiedono, per gli apparati radio di comunicazione VHF/COM (sia di terra che di bordo), la capacità di selezione delle frequenze tramite spaziatura dei canali con intervalli di 8.33 kHz anche nella porzione di spazio aereo al di sotto del FL 195.

L'attuazione dei vari requisiti del Regolamento (EU) n.1079/2012 è stata prevista in varie fasi di implementazione, ciascuna delle quali con diversa scadenza. Il Regolamento citato integra il precedente Regolamento (CE) n.1265/2007, che stabiliva i medesimi requisiti per lo spazio aereo superiore (sopra FL 195).
L'ENAC, allo scopo di fornire opportuna informazione all'utenza, ha emesso la NI-2013-012  pubblicata nella sezione "Note Informative" del sito.

CRONOSTORIA :

FASE INIZIALE
Aeromobili
I costruttori di apparati radio o loro rappresentanti autorizzati devono
assicurare che tutte le radio commercializzate siano dotate di spaziatura a
8,33 kHz.
17 nov 2013
Ogni nuovo equipaggiamento radio immesso in servizio sia dotato di capacità
di spaziatura dei canali a 8,33 kHz. L’obbligo è esteso anche alle radio usate
se soggette ad upgrade.
17 nov 2013
Ogni aeromobile il cui Certificato di Navigabilità individuale è emesso per la
prima volta all’interno dell’Unione Europea deve avere equipaggiamenti radio
dotati di capacità di spaziatura dei canali a 8,33 kHz .
17 nov 2013
Stazioni di Terra
Tutte le nuove radio installate devono essere dotate di spaziatura a 8,33 kHz.
L’obbligo è esteso anche alle radio usate se soggette ad upgrade.
17 nov 2013
I costruttori di apparati radio o loro rappresentanti autorizzati devono
assicurare che tutte le radio commercializzate siano dotate di spaziatura a
8,33 kHz
17 nov 2013
FASE INTERMEDIA
Aeromobili
Un operatore può effettuare voli IFR in spazi aerei di classe A, B e C di
competenza degli Stati Membri elencati nell’Annesso I del regolamento
soltanto con aeromobili equipaggiati con radio aventi capacità di spaziatura
dei canali a 8,33 kHz. L’obbligo si estende ai voli VFR effettuati in quelle
porzioni di spazio aereo dove le comunicazioni radio sono effettuate con
spaziatura dei canali a 8,33 kHz.
1 gen 2014
Stazioni di Terra
Gli Stati Membri devono comunicare alla Commissione il numero di stazioni
di terra da convertire alla spaziatura 8,33 kHz
31 dic 2013
Gli Stati Membri, elencati nell’Annesso I del regolamento, devono effettuare
un numero di conversioni alla spaziatura 8,33kHz equivalente al 25% del
totale delle frequenze a spaziatura 25kHz assegnate a ciascun centro di
controllo (ACC).
31 dic 2014
Le frequenze da assegnare per comunicazioni di controllo operativo devono
essere con spaziatura 8,33 kHz
1 gen 2015
FASE FINALE
Aeromobili Civili
Ogni equipaggiamento radio di bordo deve essere dotato di capacità di
spaziatura dei canali a 8,33 kHz.

27 dic 2017

Si informa che, visti gli effettivi programmi di 

implementazione delle nuove frequenze da parte di ENAV ed i contatti intercorsi recentemente

con AOPA e alcuni operatori, si è chiesto alla Commissione Europea uno spostamento in avanti dell'entrata in vigore della fase finale in Italia dal 1° gennaio 2018 al 1° luglio 2018.

31 dic 2017
Un operatore non può operare un aeromobile nello spazio aereo dove è
richiesta la presenza a bordo di apparati radio a meno che l’aeromobile
stesso sia dotato di apparati radio capaci di canalizzazione ad 8,33 kHz.
Stazioni di Terra
Tutte le frequenze radio VHF assegnate devono essere convertite alla
spaziatura di 8,33 kHz (non applicabile alle frequenze specificate nel
paragrafo 3 della presente NI)